--:----:--

FacebookTwitterGoogle+

News

Il ritorno di Tiziano Ferro da “Senza scappare mai più” a TZN - THE BEST OF TIZIANO FERRO

17.10.2014 - categoria:Pop

Condividi

E’ in uscita oggi il nuovo attesissimo singolo di Tiziano Ferro “Senza scappare mai più” estratto da TZN - THE BEST OF TIZIANO FERRO.

L’inedito - registrato a Los Angeles - esce a tre anni di distanza da “L’AMORE È UNA COSA SEMPLICE”, l’album che ha conquistato otto dischi di platino.

Il 25 novembre arriverà in tutti i negozi di dischi e store digitali TZN - THE BEST OF TIZIANO FERRO disponibile in quattro versioni: doppio cd, 4 cd deluxe, box fan edition, 4 lp limited.

L’album conterrà inediti, tutti i più grandi successi, rarità e duetti. La storia di Tiziano Ferro, uno dei modi possibili di raccontarla. Una storia dedicata a tutti coloro che l’hanno vissuta e condivisa.

U2 “SONGS OF INNOCENCE”: Svelata la copertina dell’album in uscita il 13 ottobre

30.09.2014 - categoria:Alternative Rock

Condividi

È stata svelata la copertina del nuovo album “Songs of innocence” degli U2 in uscita il 13 ottobre.

L’immagine scattata da Glen Luchford ritrae il batterista Larry Mullen Jr. insieme al figlio Aaron Presley e, come racconta Bono, “riflette le nuove canzoni e la loro ispirazione ai primi anni degli U2 da adolescenti a Dublino”.

La foto, con Larry che protegge il figlio diciottenne, rievoca “Boy”, l’iconico album di debutto della band del 1979 e “War”, quattro anni più tardi, dove in entrambi era presente il volto di un bambino, Peter Rowen, il fratello minore di Guggi, amico d’infanzia di Bono a Cedarwood Road.

Prosegue Bono: “Gli U2 sono sempre stati come una comunità con famiglia e amici. Songs of Innocence è l’album più intimo che abbiamo fatto. Con questo disco stavamo cercando il grezzo, nudo e personale, per tornare all’essenziale.”

L’idea del rapporto unico tra un genitore e un figlio, l’immagine di un padre e suo figlio, è venuta dalla band. La foto con Larry e suo figlio è stata inizialmente un esperimento, ma è piaciuta a tutti come una metafora visiva per il disco.

Riflette Bono: “ Se si conosce l’album, si vedranno i temi del linguaggio visivo, e come sia molto più difficile aggrapparsi alla propria innocenza che a quella di qualcun altro”.

L’album, registrato a Dublino, Londra, New York e Los Angeles con i produttori Danger Mouse, Paul Epworth, Ryan Tedder, Declan Gaffney e Flood, incrocia le primissime influenze musicali della band dal rock e punk-rock anni ’70 alla prima elettronica e musica ambient anni ’80, offrendo una panoramica su come e perché è sono nati gli U2.

Questa la track list di “Songs Of Innocence”:“The Miracle (of Joey Ramone)”, “Every Breaking Wave”, “California (There Is No End To Love)”, “Song For Someone”, “Iris (Hold Me Close)”, “Volcano”, “Raised By Wolves”, “Cedarwood Road”, “Sleep Like A Baby Tonight”, “This Is Where You Can Reach Me Now”, “The Troubles”.

In aggiunta all’album fisico in versione standard usciranno, sempre il 13 ottobre, il vinile e una versione tradizionale (fisica) deluxe di “Songs Of Innocence” che conterrà una sessione acustica di brani selezionati dall’album più quattro bonus tracks: “Lucifer’s Hands”, “The Crystal Ballroom”, “The Troubles” (Alternative version), “Sleep Like A Baby Tonight” (Alternative Perspective Mix by Tchad Blake).

“QUEEN FOREVER”, il nuovo album dei Queen con gli inediti di Freddie Mercury

25.09.2014 - categoria:Rock

Condividi

QUEEN FOREVER” è il nuovo album dei Queen con Freddie Mercury. L’album contiene tre brani inediti e sarà disponibile da martedì 11 Novembre.

Uno degli inediti è l’attesissimo duetto tra i QUEEN e MICHAEL JACKSON “THERE MUST BE MORE TO LIFE THAN THIS”, l’inedito “LET ME IN YOUR HEART AGAIN” che arriva dalle recording sessions di “The Works” (del 1984), e una nuova versione del primo lavoro solista di Freddie Mercury “LOVE KILLS”, una collaborazione con Giorgio Moroder.

Il resto della tracklist è composto da hit dei Queen, brani classici e nuovi take di canzoni ben conosciute, affiancate a registrazioni che Brian May descrive come “cose a cui abbiamo lavorato insieme e che sono rappresentative della nostra crescita forse più delle grandi hit”;una collezione messa insieme dallo stesso May e Roger Taylor che rappresenta il meglio del meglio delle canzoni d’amore dei Queen.

QUEEN FOREVER” sarà disponibile in edizione Standard 1 CD con 20 tracce e in un set da 2 CD con 36 tracce per celebrare lo straordinario percorso musicale di una delle rock band più grandi di tutti i tempi.

L’attesa per questi nuovi brani con Freddie Mercury alla voce è altissima da quando a inizio anno May e Taylor hanno dichiarato di essere al lavoro su del materiale inedito.

Parlando alla conferenza stampa prima del loro tour in Nord America di inizio anno con il cantante Adam Lambert, May ha dichiarato: “Avevamo un po’ più materiale del previsto chiuso in un cassetto, quindi al momento stiamo lavorando su alcuni pezzi. Freddie suona fresco come ieri.”

Sull’argomento, Taylor ha detto: “Abbiamo dei brani fantastici che non sono mai stati ascoltati e c’è una selezione molto interessante di materiale più datato”.

Il duetto tra i QUEEN e MICHAEL JACKSON “THERE MUST BE MORE TO LIFE THAN THIS” è nato da una canzone scritta da Freddie Mercury durante le sessioni per registrare l’album “Hot Space” (1981).

La band ha registrato una backing track, ma il brano non è mai stato completato.

MERCURY è andato a trovare MICHAEL JACKSON in studio a Los Angeles dove sono state registrate le parti di Michael per una versione ancora non definitiva.

I Queen hanno ripreso in mano la traccia nel 1984, durante le registrazioni di “The Works”, ma ancora non in forma definitiva.

Un anno dopo una versione solista della canzone appare nell’album di debutto di Freddie, “Mr Bad Guy” (1985).

Questa nuova produzione di una ballata di tale impatto si fonde con la backing track originale dei Queen, le voci indimenticabili di Mercury e Jackson, ed è stata prodotta e remixata dal celebre producer William Orbit (Robbie Williams, Madonna).

Parlando del suo coinvolgimento, Orbit ha detto: “Conosco Roger da molti anni, e un giorno mi chiama al telefono per chiedermi se mi sarei imbarcato in una nuova avventura musicale. Quando l’ho suonata per la prima volta nel mio studio, ho aperto un forziere di delizie fornite dai musicisti più grandi di sempre.

Sentire la voce di Michael Jackson è stata un’emozione. Così vivida, così straordinaria, così toccante, è stato come averlo lì in studio dal vivo. E lavorare al mix di Freddie sul mio desk non ha fatto che aumentare la mia ammirazione per il suo talento. L’attitudine alla musica di tutti e quattro i Queen è fenomenale. Roger, un uomo straordinario pieno di talento che ho sempre ammirato.

Le parti originali di basso di John Deacon con la loro fluidità magica, che mi ha reso molto facile capire dove posizionare un rinforzo. Il piano originale di Freddie che si porta dietro la maggior parte del DNA di un pezzo. Brian, buona la prima, un intreccio di dita, e lo spirito di MJ sempre presente tra noi, a mandarci brividi lungo la schiena.”

Forse la più grande rivelazione di “QUEEN FOREVER” è il brano di Brian May “LET ME IN YOUR HEART AGAIN”. La canzone è stata registrata per la prima volta durante le lavorazioni dell’album “The Works”, ma all’epoca non era stata completata ed è rimasta in un cassetto da allora.

Un’autentica perla che arriva dall’epoca d’oro di “Radio Ga Ga” e “I Want To Break Free”, questa traccia dei Queen, mai sentita prima, mette in mostra la voce senza tempo di Freddie e ospita nuove registrazioni di Brian e Roger per quanto riguarda le parti di chitarra e le backing vocals.

Questo pezzo fantastico ci raggiunge quasi 30 anni dopo il primo take della voce di Freddie.

Il terzo inedito “LOVE KILLS” è stata scritta nel 1984 da Freddie Mercury e dal celebre produttore e compositore Giorgio Moroder per la soundtrack del film “Metropolis” di Fritz Lang, un classico del muto a cui Moroder ha aggiunto una colonna sonora pop che ospita molti grandi artisti.

Freddie Mercury ha registrato una versione dance di grande impatto del pezzo che è diventato il suo singolo di debutto nel 1985, sebbene tutti e quattro i Queen suonino nella traccia originale.

All’inizio del recente tour con Adam Lambert, Brian May ha proposto di aggiungere questa potente ballata alla scaletta del concerto, ed è diventato uno dei momenti più memorabili dello show.

Questa nuova versione Queen-Freddie è modellata secondo lo stesso stile e arricchisce l’originale con alcune nuove parti di chitarra e batteria di May e Taylor, la cornice perfetta per una delle performance vocali di Freddie più cariche di adrenalina.